.
Annunci online

kaos
pensieri oziosi di un' oziosa


Diario


1 febbraio 2007


Ho il difetto di non saper mantenere la concentrazione per più di dieci secondi su un discorso, su una raccomandazione, un consiglio, una spiegazione. Sono i dettagli che mi distraggono, perchè fondamentalmente li trovo più interessanti. Mi piace leggere uno sguardo, un movimento d'occhi, lo spostamento del bulbo oculare verso qualcuno/qualcosa in maniera del tutto spontanea e inconscia. Mi piace guardare le mani, cogliere lo strofinìo nervoso dei polpastrelli, osservare il disintegrarsi di una mollica di pane fra le falangi o l'ostinazione delle dita che tentano di strappare l'etichetta da una bottiglia di Coca Cola, il modo in cui si posano sulle gambe, o come vengono poggiate sul tavolo e come stringono le posate, e se stanno pendenti sui fianchi o scivolano nelle tasche e se sì, come.
Mi piace osservare le pieghe che prendono le labbra nel corso di una conversazione, l'arricciarsi del naso durante un sorriso, le ciocche di capelli che scivolano sulla fronte pronte per essere ricacciate indietro, la posizione del viso, ora inclinato, ora sollevato quasi a guardare il cielo, lo sfregamento degli occhi che riempie i momenti di vuoto, come a voler giustificarlo, gli attimi di straniamento, di palpebre spalancate quasi a voler risucchiare il mondo intero nel buco nero delle pupille, fisse sul bicchiere di carta, perse in chissà quali volti o immagini o sensazioni.
Mi piace fotografare un istante di verità inconsapevole e poi riguardarlo, ripassarlo in mente e raccontarmi una storia nel silenzio del dopo.
Ho un'innata tendenza alla distrazione, ma un'attenzione eccessiva per i dettagli. Solo che i dettagli sono la realtà senza filtri, flussi di coscienza condensati in movimenti corporei inconsci, liberati dalle catene del pensiero. E per questo, il più delle volte, fanno male.





permalink | inviato da il 1/2/2007 alle 3:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia     gennaio        marzo
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE


Ho letto:

Tobias Wolff, Proprio quella notte Raymond Carver ,Cattedrale
Gesualdo Bufalino, Il malpesante
Knut Hamsun, Fame
Leonardo Sciascia, Candido
Kurt Vonnegut, Mattatoio n.5
Erskine Caldwell, Il piccolo campo Kurt Vonnegut, Madre notte
Joseph Roth, La leggenda del santo bevitore
Nick Hornby, Alta fedeltà
Gabriel Garcìa Marquez, Cronaca di una morte annunciata
Josè Saramago, Cecità
Henry Miller, Tropico del cancro
John Fante, Chiedi alla polvere
Charles Bukowski, Taccuino di un vecchio sporcaccione
John Steinbeck, Furore
Miguel de Unamuno, Nebbia
Jorge Luis Borges, L'Aleph
Italo Svevo, Senilità
Franz Kafka, Il processo
Jonathan Safran Foer, Molto forte, incredibilmente vicino
Ascanio Celestini, La pecora nera
Erskine Caldwell, Terra Tragica
Gesualdo Bufalino, Qui pro quo
Leonardo Sciascia, Una storia semplice
Fedor Dostoevskij, Le notti bianche
Albert Camus, La morte felice
Andrea De Carlo, Treno di panna





 









CERCA