.
Annunci online

kaos
pensieri oziosi di un' oziosa


Diario


12 aprile 2007



E' inutile, non mi rimane che arrendermi all'evidenza: sono diventata totalmente incapace di dedicarmi allo shopping. Non è che l'idea in sè mi dispiaccia, anche perchè credo che il giro per negozi sia un qualcosa che fa irrimediabilmente parte del genere femminile (soprattutto di quella porzione di genere femminile che si specchia per controllare la messa in piega nelle vetrine dei Paesi industrializzati e se ha il vento contro,procede a passo di gambero), un po' come le ovaie e le mestruazioni. E' quando questa idea smette di essere tale per concretizzarsi nella realtà, che cominciano a sorgere i problemi. Esco, armata di buona volontà e una certa dose di entusiasmo, convinta di portare a casa il guardaroba primaverile che allo stato attuale praticamente NON HO, e puntualmente gli unici scontrini che poi mi ritrovo addosso rientrando sono quelli del pane, delle gomme da masticare e della pizzetta di Prestipino. Insomma, non so cosa mi prende, ma mi confondo. C'è troppo in giro.... davvero troppo. Io con tutta questa roba sparsa per la città non riesco a scegliere, a provare, non riesco nemmeno a guardare. Vado completamente nel pallone, inizio a vagare per le strade come un predicatore nel deserto, entro ed esco dai negozi ma senza prendere in considerazione nulla di tutta la merce esposta: rimango imbambolata. Il tempo, fra le altre cose, non aiuta. Siamo entrati nell'odiosa fase meteorologica della "scelta": il clima è incerto, confuso, "adolescente", a tratti sereno, a tratti burrascoso, caldo di giorno, fresco al calar della sera. Dunque, bisogna scegliere: scegliere se sentire caldo o freddo, dal momento che qualsiasi cosa ci si metta addosso in questi giorni, non si azzeccherà MAI l'abbigliamento giusto e si uscirà di casa o troppo leggeri, rischiando una bronchite alla prima folata di vento, o eccessivamente imbacuccati camminando sotto la canicola stile Totò e Peppino alla stazione di Milano.




permalink | inviato da il 12/4/2007 alle 17:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia     marzo        maggio
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE


Ho letto:

Tobias Wolff, Proprio quella notte Raymond Carver ,Cattedrale
Gesualdo Bufalino, Il malpesante
Knut Hamsun, Fame
Leonardo Sciascia, Candido
Kurt Vonnegut, Mattatoio n.5
Erskine Caldwell, Il piccolo campo Kurt Vonnegut, Madre notte
Joseph Roth, La leggenda del santo bevitore
Nick Hornby, Alta fedeltà
Gabriel Garcìa Marquez, Cronaca di una morte annunciata
Josè Saramago, Cecità
Henry Miller, Tropico del cancro
John Fante, Chiedi alla polvere
Charles Bukowski, Taccuino di un vecchio sporcaccione
John Steinbeck, Furore
Miguel de Unamuno, Nebbia
Jorge Luis Borges, L'Aleph
Italo Svevo, Senilità
Franz Kafka, Il processo
Jonathan Safran Foer, Molto forte, incredibilmente vicino
Ascanio Celestini, La pecora nera
Erskine Caldwell, Terra Tragica
Gesualdo Bufalino, Qui pro quo
Leonardo Sciascia, Una storia semplice
Fedor Dostoevskij, Le notti bianche
Albert Camus, La morte felice
Andrea De Carlo, Treno di panna





 









CERCA